Juan Alberto Barbas - “ Il muro che unisce-An Urban Art Project” - Lecce South Italy

Juan Alberto Barbas 
Omaggio al mio mito del calcio Leccese
Beto Beto Beto...mina la bomba..mina la bomba!!!
167/b - Lecce - South Italy
AVANTI LECCE



Il progetto “Il muro che unisce-An Urban Art Project ” è promosso dalla Comunità Parrocchiale di San Giovanni Battista, nel Quartiere Stadio a Lecce, con la consulenza tecnico-organizzativa di Fenix Asar e Cheko's art, patrocinato dall' ABA Lecce, rappresentata dalla docente Cristina Calabrese e dal Comune di Lecce; comitato promotore: Don Gerardo Ippolito, arch. Alberto Pranzo, arch. Nicola Dedonnantonio, , dott.ssa Francesca Grasso, prof.ssa Rosanna Lerede.La struttura del complesso parrocchiale, dove si svolgerà l'evento, è attualmente considerata tra le opere d'architettura e d’arte contemporanea più significative del Salento, e non solo per la presenza di opere realizzate da artisti di riconosciuta notorietà come Mimmo Paladino e Armando Marrocco, ma soprattutto per la rappresentazione e il risultato d’insieme che gli architetti Franco Purini e Laura Thermes riescono ad ottenere dalla forma architettonica che, ben inserita nel territorio parrocchiale, definisce, nella sua globalità, una architettura capace di costruirsi come “totalità”.

Il progetto prevede la realizzazione di un’opera collettiva lungo la superficie esterna del muro di recinzione del complesso parrocchiale lungo circa 260 metri. Il periodo scelto per la realizzazione va dal 16 al 22 giugno 2016 con l'obbiettivo di valorizzare ed ampliare la conoscenza dell'intero complesso architettonico nel territorio nazionale e internazionale, e di riaffermare il suo alto livello qualitativo ed estetico attraverso l'invito alla collaborazione di artisti dalla confermata esperienza nel linguaggio tecnico-espressivo dell'Urban Art (graffiti-writing, aereosolart, street-art, poesia d'assalto, calligraffiti).

Il tema proposto “il muro che unisce” nasce dal sentimento contemporaneo di riqualificazione e valorizzazione delle zone periferiche delle città e si rivolge ad un più esteso programma d'integrazione delle zone urbane ai margini, non più pensate escluse, ma come nuovi luoghi e centri di aggregazione e condivisione sociale, con strutture ricettive collettive e con un aggiunto valore estetico.
Il motivo dell'intervento, quindi, è pensato per suggerire l’idea del divenire, il “luogo che unisce” il centro con la periferia, l'uno con l'altro, un muro che accompagna ognuno di noi verso il cammino del quotidiano e della vita.
Il cammino verso questi nuovi centri e le loro comunità, vuole diventare un attraversamento verso i luoghi della storia, della collettività e della solidarietà, ma anche verso i luoghi della fantasia, dell'immaginazione, del bello, ed essere un nuovo spazio per l'arte.


Line Up su invito - CHIUSA - No free wall
Antonio Poe (Pisticci)
Cheko's Art (Lecce)
Cheone (Gallipoli)
Corn79 (Torino)
Crea (Milano)
Davide (Lecce)
Dado (Bologna)
Etnik (Torino)
Fenix (Taranto)
Kerotoo (Gemona del Friuli)
Made (Padova)
Peeta (Padova)


video:
http://video.quotidianodipuglia.it/primopiano/il_muro_che_unisce-1819007.html
Articolo:
http://foto.ilmessaggero.it/lecce/lecce_murales_parrocchia-1815058.html

http://www.leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=36738&id_rub=137








Comments