AGITATEVI project – un murale per Antonio Gramsci inviato su Street Art Project


CHEAP & Chekos’art per Fondazione Gramsci Emilia – Romagna 
Bologna, ottobre 2017, Istituto Valeriani e Sirani

“Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza.

Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo.

Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza.”

(L’Ordine Nuovo, 1° maggio 1919)

foto di Michele Lapini
Chekos’art & CHEAP insieme alla Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, ha realizzato  un intervento di public art a Bologna dedicato ad Antonio Gramsci, in occasione dell’80° della morte avvenuta nel 1937.
“Suggestionate dall’esperienza dell’artista svizzero Thomas Hirschhorn che nel 2013 ha realizzato un vero e proprio parco a New York nel Bronx dal titolo Gramsci Monument, nato dall’idea secondo cui l’arte è elemento indispensabile per lo spazio pubblico, si vuole proporre anche alla città di #Bologna un intervento di public art che veda come soggetto Antonio Gramsci.
Il titolo del progetto AGITATEVIproject prende ispirazione dalla celebre frase di Antonio Gramsci in cui esorta attraverso lo studio e la cultura a riappropriarsi della realtà con passione, entusiasmo e determinazione, frase che inaugura il primo numero de L’Ordine Nuovo del 1° maggio 1919 e che sarà il motto della rivista fino al 1920.
La realizzazione del wall è stata affidata allo street artist Checkos’art. Leccese d’origine, attivo nello spazio urbano dal 1995 e fondatore nel 2009 della rete South Italy Street Art, Checkos’art si caratterizza per uno stile in grado di unire astratto e figurativo, nel contesto di un’evoluzione della tecnica dello stencil.
L’invito ad agitarsi con entusiasmo, ad organizzarsi con forza e ad istruirsi per stimolare l’intelligenza trova la sua perfetta ubicazione sulla facciata di una scuola: l’Istituto Aldini Valeriani Sirani, che attraverso il Dirigente Scolastico Prof. Salvatore Grillo, consapevole del valore della figura di Antonio Gramsci, ha accettato la nostra proposta garantendo piena collaborazione nell’accogliere il volto iconico di Gramsci sui muri dell’Istituto.”

PRESS:

Commenti